Corsi, prove d'esame, sessioni d'esame per Dottori Commercialisti

L'esame di Stato per Dottori Commercialisti, abilita all'esercizio della professione di commercialista ed esperto contabile. Eurolaurea propone dei corsi di preparazione per l'esame di stato basati su lezioni individuali e percorsi personalizzati per ogni esigenza. I tutor di cui si avvale Eurolaurea sono altamente qualificati e gestiranno il percorso di preparazione con l'obiettivo di dare soluzione a qualsiasi tipo di esigenza. Proprio per questo Eurolaurea ha optato per le lezoni individuali e per la flessibilità di frequenza. Gli orari di lezione infatti vengono direttamente concordati con i docenti all'interno degli orari di apertura delle sedi Eurolaurea, operative dal lunedi al venerdi dalle 9.00 alle 21.00 e il sabato dalle 9.00 alle 13.00

Il DOTTORE COMMERCIALISTA: CHI E'?

Il dottore commercialista o esperto contabile è un professionista a cui è riconosciuta una specificità tecnica nelle materie commerciali, economiche, finanziarie, tributarie e di ragioneria. Il dottore commercialista può espletare le seguenti funzioni: l'amministrazione e la liquidazione di aziende, di patrimoni e di singoli beni; le perizie e le consulenze tecniche; le ispezioni amministrative; la verifica sui bilanci, sui conti e su ogni altro documento delle imprese che afferisca alla sfera contabile. Espleta inoltre le funzioni di sindaco e di revisore nelle società commerciali.

COME SI DIVENTA DOTTORE COMMERCIALISTA?

Si diventa dottori commercialisti a seguito di tre anni di tirocinio professionale e al superamento dell'Esame di Stato che consente l'iscrizione all'Albo professionale.

REQUISITI D'ISCRIZIONE ALL'ALBO

Il titolo professionale di dottore commercialista spetta a coloro che abbiano superato l'esame di Stato per l'esercizio della professione. Può sostenere l'esame di stato chi ha consueguito uno dei seguenti titoli: Diploma di laurea conseguito secondo l'ordinamento previgenre al D.M. 509/1999 in: economia ecommercio economia aziendale economia politica scienze economiche-marittime scienze economiche-bancarie scienze economiche e sociali scienze politiche Diploma di Laurea Specialistica di II livello nelle seguenti classi: classe 64/S (Scienze dell'Economia) classe 84/S (Scienze economiche ed aziendali)

I REQUISITI PER ESPERTO CONTABILE

Diploma di laurea triennale di I livello nelle seguenti classi: classe 17 (scienze dell'economia e gestione aziendale) classe 28 (scienze economiche) Diploma universitario triennale dell'ordinamento previgente alla Legge 127/97

LE PROVE DELL'ESAME DI STATO

L'esame di stato per dottore commercialista prevede la presenza di tre prove scritte, mirate alla verifica delle conoscenze teoriche del candidato e della sua abilità nell'applicarle praticamente. Il primo tema verte sulle seguenti materie: ragioneria generale e applicata revisione aziendale tecnica industriale e commerciale tecnica bancaria tecnica professionale finanza aziendale Il secondo tema verte sulle seguenti materie: diritto privato diritto commerciale diritto fallimentare diritto tributario diritto del lavoro e della previdenza sociale diritto processuale civile Il terzo tema è una prova a contenuto pratico costituita da un'esercitazione sulle materie previste per la prima prova scritta ovvero dalla redazione di atti relativi al contenzioso tributario. Per le prove scritte a disposizione si avranno cinque ore di tempo. L'esame di stato per dottori commercialisti, prevede anche una prova orale che verterà, oltre che sulle materie sopra citate, anche sulle seguenti: informatica sistemi informativi economia politica matematica e statistica legislazione e deontologia professionale.

ESAME DI STATO PER ESPERTO CONTABILE

Anche qui sono tre le prove scritte previste. La prima prova verte sulle seguenti materie: contabilità generale contabilità analitica e di gestione disciplina dei bilanci di esercizio e consolidati controllo della contabilità e dei bilanci La seconda prova verte sulle seguenti materie: diritto civile e commerciale diritto fallimentare diritto tributario diritto del lavoro e della previdenza sociale sistemi di informazione e informatica economia politica e aziendale principi fondamentali di gestione finanziaria matematica e statistica La terza prova è una una prova a contenuto pratico costituita da un'esercitazione sulle materie previste per la prima prova scritta ovvero dalla redazione di atti relativi al contenzioso tributario. Anche qui abbiamo la prova orale che avrà come oggetto le materie previste per le prove scritte e questioni teorico-pratiche relative alle attività svolte durante il tirocinio professionale. Saranno richieste anche nozioni di legislazione e deontologia professionale.

NORMATIVA ISCRIZIONE ALL'ALBO E PRATICANTATO ART.3

I candidati agli esami di Stato devono presentare la domanda di ammissione alla prima sessione non oltre il 30 maggio 2008 e alla seconda sessione non oltre il 31 ottobre 2008 presso la segreteria dell'università o istituto di istruzione universitaria presso cui intendono sostenere gli esami. Coloro che hanno chiesto di partecipare alla prima sessione e che sono stati assenti alle prove possono presentarsi alla seconda sessione producendo a tal fine nuova domanda entro la suddetta data del 31 ottobre 2008 facendo riferimento alla documentazione già allegata alla precedente istanza. La domanda, in carta semplice, con l'indicazione della data di nascita e di residenza, deve essere corredata dai seguenti documenti: a) -per l'abilitazione all'esercizio della professione di dottore commercialista: diploma di laurea specialistica nella classe 64/S (scienze dell'economia) o nella classe 84/S (scienze economiche e aziendali), ovvero diploma di laurea rilasciato dalle facoltà di economia secondo l'ordinamento previgente ai decreti emanati in attuazione dell'art.17, comma 95, della legge 15 maggio 1997, n.127. Per coloro che, alla data del 31 dicembre 2007, risultino avere già validamente svolto il periodo di tirocinio previsto dai previgenti ordinamenti dei dottori commercialisti e dei ragionieri e periti commerciali, si applicano le disposizioni di cui all'art.71, comma 4, del decreto legislativo 139/2005; -per l'abilitazione all'esercizio della professione di esperto contabile: diploma di laurea nella classe 17 (scienze dell'economia e della gestione aziendale) o nella classe 28 (scienze economiche). Per coloro che, alla data del 31 dicembre 2007, risultino avere già validamente svolto il periodo di tirocinio previsto dai previgenti ordinamenti dei dottori commercialisti e dei ragionieri e periti commerciali, si applicano le disposizioni di cui all'art.71, comma 5, del decreto legislativo 139/2005. b) ricevuta dell'avvenuto versamento della tassa di ammissione agli esami nella misura di € 49,58 fissata dall'articolo 2, comma 3, del decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 21 dicembre 1990, salvi gli eventuali successivi adeguamenti. Sono inoltre tenuti a versare all'economato dell'università il contributo stabilito da ogni singolo ateneo ai sensi dell'articolo 5 della legge 24 dicembre 1993, n.537. La relativa ricevuta va allegata alla documentazione di cui sopra. c) certificato di compimento del tirocinio. Il candidato può presentare un certificato sostitutivo del titolo originale rilasciato dalla competente Università. La documentazione relativa al conseguimento del titolo accademico è inserita nel fascicolo del candidato a cura degli uffici dell'università o dell'istituto di istruzione universitaria competente per coloro i quali dichiarano nella domanda di aver conseguito il predetto titolo accademico nella stessa sede ove chiedono di sostenere gli esami di Stato. I candidati che al momento della presentazione della domanda di ammissione non abbiano completato il tirocinio ma che comunque lo completeranno entro la data di inizio degli esami devono dichiarare nella istanza medesima che produrranno l'attestato di compimento della pratica professionale prima dell'inizio dello svolgimento degli esami. In luogo dei documenti di cui alla lettera a) nonché del certificato attestante il compimento del tirocinio previsto dal presente articolo, i richiedenti possono presentare, sotto la propria responsabilità, una dichiarazione sostitutiva ai sensi del decreto del Presidente della Repubblica 20 ottobre 1998, n.403. I candidati che non hanno provveduto a presentare la domanda nei termini sopraindicati, sono esclusi dalla sessione degli esami cui abbiano chiesto di partecipare. Le domande di ammissione agli esami si considerano prodotte in tempo utile anche se spedite a mezzo raccomandata con avviso di ricevimento entro il prescritto termine. A tal fine fa fede la data dell'ufficio postale accettante. Sono altresì accolte le domande di ammissione agli esami presentate oltre i termini di cui al primo comma qualora il Rettore o il Direttore, a suo insindacabile giudizio, ritenga che il ritardo nella presentazione delle domande medesime sia giustificato da gravi motivi.

SESSIONI D'ESAME

ART 5 Gli esami di Stato per l'accesso alla sezione A dell'albo hanno inizio in tutte le sedi per la prima sessione il 19 giugno 2012 e per la seconda sessione nel mese di novembre 2012. Gli esami per l'accesso alla sezione B dell'albo hanno inizio in tutte le sedi per la prima sessione il 26 giugno 2012 e per la seconda sessione nel mese di novembre 2012. Le prove successive si svolgono secondo l'ordine stabilito per le singole sedi dai Presidenti delle commissioni esaminatrici, reso noto con avviso nell'albo dell'università o istituto di istruzione universitaria sede di esami.